Redditi 2017: la classifica dei comuni italiani

29 marzo 2019 - di Twig

 

I dati diffusi da Ministero dell’Economia e delle Finanze Mef sui redditi del 2017 evidenziano che in Italia il reddito imponibile pro capite (al netto delle eventuali detrazioni) è di circa 19.500 €, sostanzialmente identico a quello rilevato nel 2016 (-0,06%).

Tale dato conferma le analisi fornite dal Ministero stesso sul reddito complessivo dove si evidenzia un dato medio di circa 20.670 €, in calo dell’1,3% rispetto al 2016.

Aumentano le differenze fra Nord e Sud Italia

L’analisi del reddito pro capite evidenzia che il Nord è sempre più ricco e il Sud sempre più povero. Focalizzandosi sul reddito imponibile pro capite, a livello regionale non si registrano grandi scostamenti rispetto allo scorso anno: infatti si confermano le posizioni delle tre Regioni “più ricche” (Lombardia, Emilia Romagna e Lazio) e delle tre Regioni al fondo della classifica (Basilicata, Molise, Calabria). Ai piedi del podio, la Regione Trentino Alto Adige supera il Piemonte; da segnalare l’importante balzo indietro della Regione Liguria che in un anno perde 3 posizioni a favore di Valle d’Aosta, Friuli Venezia Giulia e Veneto.

Come lo scorso anno, la Regione che registra la maggior crescita del reddito medio risulta essere il Trentino Alto Adige (+407) seguito dalla Lombardia (+104). Solo altre 3 Regioni hanno migliorato il reddito medio (Valle d’Aosta (+44), Emilia Romagna (+14) e Veneto (+6)), mentre le restanti 15 hanno visto peggiorare il loro dato. La peggiore performance in termini di variazione del dato 2016/2017, la fanno registrare Liguria (-192), Basilicata (-183) e Sardegna (-176).

 

Basiglio (Mi) è il Comune più ricco d’Italia

 Per mettere, invece, in risalto la differenza di reddito imponibile pro capite nei vari Comuni italiani abbiamo rappresentato i dati resi disponibili dal Ministero dell’Economia e delle Finanze in una Mappa interattiva

 

 

Concentrandosi a livello comunale, interessanti sono i movimenti rilevati nella top 10 dei Comuni più ricchi d’Italia.  Lo scettro di Comune più ricco d’Italia torna, dopo un anno, a Basiglio (MI), seguito da Cusago (MI) e da Lajatico (PI), che perde 2 posizioni. Si ferma ai piedi del podio Pieve Ligure (GE), che recupera 8 posizioni passando dal 12° al 4° posto. Fa capolino in top 10, recuperando 7 posizioni, anche Campione d’Italia (CO).

 

 

Conferme negli ultimi posti della classifica, dove i piccoli Comuni di Cursolo-Orasso (VB), Val Rezzo (CO) e Falmenta (VB) occupano le ultime tre posizioni con un reddito medio rispettivamente di 5.018 €, 5.572 € e 6.184 €.

Il triangolo Milano-Bergamo-Monza è il più ricco d’Italia

Conferme anche per quanto riguarda la classifica dei primi 10 capoluoghi di provincia: Milano, Monza e Bergamo occupano le prime tre posizioni. Nuovo passo avanti di Bologna che dalla 7° posizione si attesta al 6° posto, superando Padova.

 

 

Il grafico sottostante mostra la classifica completa dei comuni capoluogo di provincia.

 

Nei Comuni medio-grandi il reddito è più alto

Analizzando i dati tenendo in considerazione l’ampiezza del centro, inteso come numero di residenti, si conferma l’evidenza del reddito medio sostanzialmente più alto nei grandi centri urbani rispetto ai Comuni con meno di 5.000 abitanti. Questo gap tende ad aumentare ulteriormente nel 2017: mentre i Comuni con meno di 100.000 abitanti vedono diminuire il reddito, le grandi città registrano una variazione di segno opposto.

 

 

La ricchezza è concentrata nelle mani di pochi

L’analisi dei redditi italiani conferma anche per il 2017 che la maggior parte della ricchezza è concentrata nelle mani di pochi: il 43% degli italiani guadagna meno di 15mila euro lordi annui, mentre solo il 4% guadagna più di 60mila euro annui. Piccole differenze si registrano nelle fasce intermedie, dove i contribuenti che guadagnano tra 15-29mila euro passano dal 37% al 36%, mentre quelli che si collocano tra i 30 e i 60 mila euro passano dal 16% al 17%.

 

Condividi questo post

Ti è piaciuto il post?

Iscriviti alla newsletter e ricevi altri contenuti interessanti